La camera del nerd

RSS
Jun 7

X Factor 246

(Source: ladyliberators)

lol

lol

(Source: comicbookkissyface)

Please, people, go to the link on facebook page and Like this photo! When we got 500 Likes, Wizkids will give us another Heroclix preview!!https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151504370384079&set=a.404061734078.180458.133811649078&type=1&relevant_count=1

Please, people, go to the link on facebook page and Like this photo! When we got 500 Likes, Wizkids will give us another Heroclix preview!!

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151504370384079&set=a.404061734078.180458.133811649078&type=1&relevant_count=1

Anche il mio gatto lo fa, coi fumetti

(Source: sairobee)

May 9
May 8
May 8
May 8
May 6

Complimenti :) consiglio a tutti i fan marvel italiani di tumblr di leggere le tue recensioni, sono scritte bene e contengono un sacco di osservazioni intressanti! Bella anche la grafica e l’impaginazione che hai scelto per il Blog ;)

Oggi ho letto questo! - Marvel Crossover 80 : AVX Versus 3.
Terzo ed ultimo albo italiano che raccoglie i numeri 5-6 di AVX VS, miniserie dedicata completamente a scontri singoli tra personaggi durante Avengers Vs X-Men. Una miniserie che aggiunge ben poco, a dire la verità, alla storia principale, ma è stata concepita solo per le scazzottate. Troviamo qua dentro tre scontri di 10 pagine e vari piccoli scontri da 1-2 pagine l’uno.
il primo scontro, nonostante l’albo sia uscito verso la fine del crossover, si svolge nelle prime fasi dello stesso. Vede scontrarsi Angelo e Occhio Di Falco. Nonostante non mi piaccia granchè il nuovo costume di Hawkeye (introdotto guarda caso in concomitanza col film Avengers), di questa storiella la parte migliore sono i disegni dell’ormai famoso Leinil Francis Yu, molto ispirato soprattutto nelle scene del combattimento. Quello che non mi piace è lo svolgersi dell’azione. Certo, è guerra tra Vendicatori e X-Men, ma il comportamento di Barton non mi pare adeguato al personaggio, nonostante negli ultimi anni si sia un pò imbastardito. Invece di usare frecce speciali (paralizzanti, con la rete, di scelta ne aveva) cosa utilizza? Le classiche frecce che non fanno altro che lasciarti un bel buco in corpo. Il fondo viene toccato quando usa le frecce a mò di artigli di Wolverine per sventrarlo. Ma stiamo scherzando? Nemmeno stesse combattendo uno spietato criminale! E Angelo, che gli lancia piume acuminate, non le aveva perse tornando ad avere ali normali quando, nelle storie di X-Force, Psylocke gli aveva “esorcizzato” la parte di Arcangelo in lui contenuta? Magari si tratta di un rimasuglio, o di un preludio ad un possibile ritorno della sua parte creata da Apocalisse? Dulcis in fondo, Clint si dà alla fuga dopo aver colpito Warren con una freccia da distanza ravvicinata. Il commento finale di Angelo è tutto dire. Caratterizzazione di Clint Barton pessima.
La seconda storia vede combattersi la coppia sposata Tempesta/Pantera Nera. Anche qua nulla di eccezionale, con le didascalie comprendenti i pensieri dei due personaggi su quanto si amano e su quanto gli dispiace suonarsele mentre si pestano, anche se è evidente che T’Challa si trattenga molto, limitandosi quasi a parare i colpi della consorte. Ororo a dire il vero non ci va molto piano, scaricando subito sul marito un fulmine, avendo poi da ridire sul fatto che T’Challa avesse preso precauzioni contro di lei. Storia abbastanza banale, atta a giustificare il divorzio dei due personaggi, unitisi in matrimonio diversi anni fa proprio nel mezzo di Civil War.
La terza storia è complementare al battibecco tra Hope e Scarlet visto sull’ultimo albo italiano di AVX, ma è anche in contrasto con esso : infatti in quest’ultimo, dopo che erano state separate da Capitan America e Iron Man, si separano senza ulteriore violenza, cosa invece vista in VS dove Hope vuole avere l’ultima “parola” con un bel pugno in faccia a Wanda. Stendiamo anche qua un velo pietoso.
Veniamo alla parte migliore dell’albo : quella dedicata a scontri di 1-2 pagine, nemmeno avvenuti nel corso della saga e alcuni decisamente impossibili ad avvenire.
Una pagina dedicata ad una parodia dello scontro verbale tra Ciclope e Capitan America, intitolata “Offese” ed abbastanza simpatica. Poi abbiamo, sempre in una pagina, uno scontro tra gli scienziati dei due gruppi che discutono di scienza mentresi pestano, con l’apparizione straordinaria di Leonardo Da Vinci. Segue, ancora di una sola pagina, Capitan America Vs Havok, altro scontro non avvenuto (o forse non narrato perchè inutile), splendidamente disegnato da Mike Deodato. Domino si prende la rivincita di Hulk rosso in due pagine disegnate da Ed McGuinness, dopodichè assistiamo al mini-scontro tra il bidello Toad e il maggiordomo Jarvis, alle fantasie erotiche di Hawkeye (che immagina la Donna Ragno, sua attuale fidanzata, in combattimenti sexy con le x-pupe), ad un combattimento tra Iron Fist e l’Uomo Ghiaccio, e, dulcis in fundo, quella che probabilmente è la miglior storia di AVX VS che ci sia : Squirrel Girl e Pixie che giocano con delle miniature (sembrano gli Heroclix, un famoso gioco di miniature raffiguranti i personaggi Marvel e quelli di altri universi fumettistici, videogame, etc.) allo scontro tra Vendicatori e X-Men. Questa storiella ironizza sull’assurdità delle vittorie di Iron Man e della Cosa sui rispettivi avversari Magneto e Sub-Mariner, dandogli però anche una spiegazione plausibile : infatti i pupazzetti usati dalle due ragazze erano modellini creati dal Burattinaio (che, come si sa, controllano i soggetti raffigurati), per cui avendo vinto ai dadi gli scontri del gioco, anche i veri Stark e Grimm hanno battuto Erik Lehnsherr e Namor. Geniale.
Dimenticavo, cosa comune a tutti gli scontri : le didascalie “AVX Curiosità” sono praticamente tutte scontate, inutili o tentativi non riusciti di strappare un sorriso al lettore. Le uniche decenti sono alcune rivolte ai nuovi lettori per inculcargli qualche informazione sui personaggi, ma nulla di che.
Sui contenuti dell’albo, stessa cavolata fatta nel numero precedente, ovvero presentare all’interno la stessa cover utilizzata per la copertina e lasciandone invece inedita un’altra. Se le cose fossero state fatte decentemente, all’interno avremmo avuto la cover del numero 5, le variant di entrambi (5 e 6) e la cover saltata nell’albo precedente. Invece questa miniserie ha in totale ben due cover inedite, senza nessuna scusa che tenga come la mancanza di spazio, perchè di spazio ce n’era in abbondanza, si poteva evitare di mettere le inutili pagine spezza-storia con il logo di AVX Vs.

Oggi ho letto questo! - Marvel Crossover 80 : AVX Versus 3.

Terzo ed ultimo albo italiano che raccoglie i numeri 5-6 di AVX VS, miniserie dedicata completamente a scontri singoli tra personaggi durante Avengers Vs X-Men. Una miniserie che aggiunge ben poco, a dire la verità, alla storia principale, ma è stata concepita solo per le scazzottate. Troviamo qua dentro tre scontri di 10 pagine e vari piccoli scontri da 1-2 pagine l’uno.

il primo scontro, nonostante l’albo sia uscito verso la fine del crossover, si svolge nelle prime fasi dello stesso. Vede scontrarsi Angelo e Occhio Di Falco. Nonostante non mi piaccia granchè il nuovo costume di Hawkeye (introdotto guarda caso in concomitanza col film Avengers), di questa storiella la parte migliore sono i disegni dell’ormai famoso Leinil Francis Yu, molto ispirato soprattutto nelle scene del combattimento. Quello che non mi piace è lo svolgersi dell’azione. Certo, è guerra tra Vendicatori e X-Men, ma il comportamento di Barton non mi pare adeguato al personaggio, nonostante negli ultimi anni si sia un pò imbastardito. Invece di usare frecce speciali (paralizzanti, con la rete, di scelta ne aveva) cosa utilizza? Le classiche frecce che non fanno altro che lasciarti un bel buco in corpo. Il fondo viene toccato quando usa le frecce a mò di artigli di Wolverine per sventrarlo. Ma stiamo scherzando? Nemmeno stesse combattendo uno spietato criminale! E Angelo, che gli lancia piume acuminate, non le aveva perse tornando ad avere ali normali quando, nelle storie di X-Force, Psylocke gli aveva “esorcizzato” la parte di Arcangelo in lui contenuta? Magari si tratta di un rimasuglio, o di un preludio ad un possibile ritorno della sua parte creata da Apocalisse? Dulcis in fondo, Clint si dà alla fuga dopo aver colpito Warren con una freccia da distanza ravvicinata. Il commento finale di Angelo è tutto dire. Caratterizzazione di Clint Barton pessima.

La seconda storia vede combattersi la coppia sposata Tempesta/Pantera Nera. Anche qua nulla di eccezionale, con le didascalie comprendenti i pensieri dei due personaggi su quanto si amano e su quanto gli dispiace suonarsele mentre si pestano, anche se è evidente che T’Challa si trattenga molto, limitandosi quasi a parare i colpi della consorte. Ororo a dire il vero non ci va molto piano, scaricando subito sul marito un fulmine, avendo poi da ridire sul fatto che T’Challa avesse preso precauzioni contro di lei. Storia abbastanza banale, atta a giustificare il divorzio dei due personaggi, unitisi in matrimonio diversi anni fa proprio nel mezzo di Civil War.

La terza storia è complementare al battibecco tra Hope e Scarlet visto sull’ultimo albo italiano di AVX, ma è anche in contrasto con esso : infatti in quest’ultimo, dopo che erano state separate da Capitan America e Iron Man, si separano senza ulteriore violenza, cosa invece vista in VS dove Hope vuole avere l’ultima “parola” con un bel pugno in faccia a Wanda. Stendiamo anche qua un velo pietoso.

Veniamo alla parte migliore dell’albo : quella dedicata a scontri di 1-2 pagine, nemmeno avvenuti nel corso della saga e alcuni decisamente impossibili ad avvenire.

Una pagina dedicata ad una parodia dello scontro verbale tra Ciclope e Capitan America, intitolata “Offese” ed abbastanza simpatica. Poi abbiamo, sempre in una pagina, uno scontro tra gli scienziati dei due gruppi che discutono di scienza mentresi pestano, con l’apparizione straordinaria di Leonardo Da Vinci. Segue, ancora di una sola pagina, Capitan America Vs Havok, altro scontro non avvenuto (o forse non narrato perchè inutile), splendidamente disegnato da Mike Deodato. Domino si prende la rivincita di Hulk rosso in due pagine disegnate da Ed McGuinness, dopodichè assistiamo al mini-scontro tra il bidello Toad e il maggiordomo Jarvis, alle fantasie erotiche di Hawkeye (che immagina la Donna Ragno, sua attuale fidanzata, in combattimenti sexy con le x-pupe), ad un combattimento tra Iron Fist e l’Uomo Ghiaccio, e, dulcis in fundo, quella che probabilmente è la miglior storia di AVX VS che ci sia : Squirrel Girl e Pixie che giocano con delle miniature (sembrano gli Heroclix, un famoso gioco di miniature raffiguranti i personaggi Marvel e quelli di altri universi fumettistici, videogame, etc.) allo scontro tra Vendicatori e X-Men. Questa storiella ironizza sull’assurdità delle vittorie di Iron Man e della Cosa sui rispettivi avversari Magneto e Sub-Mariner, dandogli però anche una spiegazione plausibile : infatti i pupazzetti usati dalle due ragazze erano modellini creati dal Burattinaio (che, come si sa, controllano i soggetti raffigurati), per cui avendo vinto ai dadi gli scontri del gioco, anche i veri Stark e Grimm hanno battuto Erik Lehnsherr e Namor. Geniale.

Dimenticavo, cosa comune a tutti gli scontri : le didascalie “AVX Curiosità” sono praticamente tutte scontate, inutili o tentativi non riusciti di strappare un sorriso al lettore. Le uniche decenti sono alcune rivolte ai nuovi lettori per inculcargli qualche informazione sui personaggi, ma nulla di che.

Sui contenuti dell’albo, stessa cavolata fatta nel numero precedente, ovvero presentare all’interno la stessa cover utilizzata per la copertina e lasciandone invece inedita un’altra. Se le cose fossero state fatte decentemente, all’interno avremmo avuto la cover del numero 5, le variant di entrambi (5 e 6) e la cover saltata nell’albo precedente. Invece questa miniserie ha in totale ben due cover inedite, senza nessuna scusa che tenga come la mancanza di spazio, perchè di spazio ce n’era in abbondanza, si poteva evitare di mettere le inutili pagine spezza-storia con il logo di AVX Vs.

Oggi ho letto questo! - Marvel Miniserie 134 : Avengers Vs X-Men 6.
Finalmente ho letto anch’io il capitolo conclusivo dell’evento portante dell’anno (ho aspettato che uscissero anche i primi albi marvel now per passare in fumetteria a prendere tutto, per questo il ritardo nella lettura).
Iniziamo con la struttura dell’albo : essendo la lunghezza degli ultimi due capitoli della miniserie di granezza extralarge, panini ha fatto un numero di Marvel Miniserie molto cicciotto : ben 80 pagine, per 3,50 € esattamente come i mensili standard. Scelta perfetta, considerando che avrebbero potuto farlo di sole 72 pagine per farci stare le storie, ma grazie a quelle 8 pagine aggiuntive abbiamo in fondo all’albo il recupero di molte variant cover non pubblicate nei numeri precedenti. Il che non può che farmi felice, essendo un completista che vorrebbe tutto pubblicato in Italia, fino all’ultimissima variant cover :P
Veniamo alla storia. Non sto a riassumere la storia finora, anzi parlerò dei contenuti di quest’albo presumendo che chi legge questo “articolo” abbia già letto l’albo in questione, altrimenti leggete a vostro rischio e pericolo spoiler ;)
Questo crossover ha per me avuto alti e bassi, alcune trovate simpatiche e interessanti ed altre scontate o con un non so che di già visto. Andiamo con ordine, seguendo cronologicamente gli eventi dell’albo. L’albo italiano si apre con il reclutamento dell’incredibile Hulk (quello originale, il verde… perchè i Vendicatori tra le loro file avevano già l’Hulk rosso) da parte di Capitan America, che si reca a chiedergli aiuto come ultima risorsa disponibile. La risposta del verdolino, “Sì. Hulk spacca per te.”, lascia presagire che sarà lui a rovesciare le sorti del conflitto. Invece… si, certo, sarà lui a “spaccare” Emma Frost, indebolendola prima del colpo di grazia che riceverà dal suo stesso compagno Scott, ma onestamente mi aspettavo occupasse un posto più di rilevanza nel corso del combattimento finale… Comunque, Summers dà leggermente fuori di melone e rileva da Emma la sua parte di forza Fenice, incanalandola completamente dentro di sè (sarebbe utile leggersi anche il numero 18 di Uncanny X-Men, su Gli Incredibili X-Men 274, per vedere il dialogo mentale tra Scott ed Emma durante la lotta con gli Avengers, che mostra più chiaramente le motivazioni di Ciclope) prima di reagire nel modo più violento alle suppliche fermarsi rivoltegli da Charles Xavier : uccidendolo. Si tratta del colpo di scena più grosso di AVX, eppure mi ha lasciato quasi indifferente. Quante volte Chuck è stato dato per morto o ucciso, per poi venire resuscitato, o semplicemente scoprire che non era morto? Così tante che oramai questo avvenimento è quasi una routine, leggendolo pensi già che tra qualche anno tornerà in scena con una qualsiasi scusa, è il telepate più potente del mondo, può benissimo aver trasferito la sua mente nel corpo di qualcun altro, oppure in un qualche suo corpo clonato (come aveva già fatto in passato) nascosto da qualche parte, sulla Terra o magari addirittura nella galassia Shi’Ar, in un qualche posto segreto conosciuto dalla sua ex Lilandra… L’unico fatto rilevante è che stavolta ad ucciderlo è stato Scott, il suo primo X-Men, colui che è stato quasi un figlio per lui… Anche se di risentimento per il padre morale Scott ne aveva parecchio, e a ragione. Xavier ha spesso operato in segreto nascondendo certe cose ai suoi studenti, una delle rivelazioni degli ultimi anni è stata la squadra di quattro giovani ed inesperti mutanti mandata a salvare gli originali X-Men dalle grinfie dell’isola vivente Krakoa, finita con l’apparente sacrificio di tutta la squadra che riuscì a liberare il solo Ciclope. Xavier quindi cancellò quell’orribile ricordo dal suo primo studente e reclutò quella che poi diventò la più importante squadra di X-Men di tutti i tempi (perchè ne decretò il successo). A rigirare il coltello nella piaga, uno dei quattro mutanti della missione suicida era Vulcan, fratello di Ciclope e a cui Charles aveva nascosto l’esistenza. Dopo House Of M il riequilibrio della realtà ha fatto tornare in scena Vulcan e Darwin (l’altro dei quattro mutanti ad essere sopravvissuto), e rivelare agli X-Men questo sporco segreto di Xavier. E’ stata questa a togliere definitivamente a Scott ogni fiducia nel suo mentore e a portarlo infine a compiere questo estremo gesto, considerando che il corpo colmo del potere della Fenice stava già rendendo molto instabile il suo ospite. Dopo l’omicidio, emerge ciò che i Vendicatori hanno temuto dall’inizio del conflitto : la Fenice Nera. Questo in una splash page che chiude l’undicesimo numero americano di AVX e che mi ha terribilmente ricordato l’entità maligna in cui si è trasformato Sentry anch’esso nell’ultima pagina del penultimo numero della miniserie Assedio. Dopo la morte di Xavier, il tempo di sfogliare due pagine ed ecco un’altra cosa già vista. Sul serio, confrontate il mostro Sentry/Void con Ciclope Fenice Nera. E come se non bastasse, pure Scott in un breve momento di follia, esattamente come Robert Reynolds chiede agli altri eroi di ucciderlo. Fortunatamente a differenza di Assedio (che ha il pregio di averci lberato della presenza di Sentry, personaggio che non mi ha mai detto granchè soprattutto forse perchè è stato usato male dagli autori che non sapevano gestire un personaggio così potente), Ciclope viene abbattuto senza venire ucciso, grazie a Scarlet e Hope. Quest’ultima raccoglie l’energia Fenice come doveva essere destinata a fare sin dall’inizio, per poi con l’aiuto di Wanda liberarsene con le parole “Basta Fenice”. La sagra del banale, diciamo. Allorchè, la forza fenice si sparge in tutto il mondo e indovinate un pò? Tornano a manifestarsi nuovi poteri mutanti. Di fatto, Ciclope e gli X-Men avevano ragione : la Fenice era giunta sulla Terra per restituirle i mutanti. Chissà cosa sarebbe successo se anche i Vendicatori ne fossero stati convinti, ma dopotutto sarebbe stato un rischio non da poco non tentare di fermare un’entità cosmica che distrugge pianeti sul suo passaggio, e alla fine avevano ragione anche sul pericolo di corruzione derivato dal potere stesso, come era già successo in passato con Jean Grey.
Questo evento segna davvero la fine del ciclo iniziato con Vendicatori Divisi, benchè la stessa cosa fosse stata detta anche per Assedio e Fear Itself. Stavolta però avremo un vero e proprio nuovo ciclo di storie, con il rilancio Marvel Now, che vedrà i personaggi prendere nuove direzioni, senza ovviamente scordarsi totalmente del passato, questa è la Marvel, tutto ciò che è accaduto continuerà ad essere accaduto. Tranne il matrimonio dell’Uomo Ragno :( maledetto Q.

Oggi ho letto questo! - Marvel Miniserie 134 : Avengers Vs X-Men 6.

Finalmente ho letto anch’io il capitolo conclusivo dell’evento portante dell’anno (ho aspettato che uscissero anche i primi albi marvel now per passare in fumetteria a prendere tutto, per questo il ritardo nella lettura).

Iniziamo con la struttura dell’albo : essendo la lunghezza degli ultimi due capitoli della miniserie di granezza extralarge, panini ha fatto un numero di Marvel Miniserie molto cicciotto : ben 80 pagine, per 3,50 € esattamente come i mensili standard. Scelta perfetta, considerando che avrebbero potuto farlo di sole 72 pagine per farci stare le storie, ma grazie a quelle 8 pagine aggiuntive abbiamo in fondo all’albo il recupero di molte variant cover non pubblicate nei numeri precedenti. Il che non può che farmi felice, essendo un completista che vorrebbe tutto pubblicato in Italia, fino all’ultimissima variant cover :P

Veniamo alla storia. Non sto a riassumere la storia finora, anzi parlerò dei contenuti di quest’albo presumendo che chi legge questo “articolo” abbia già letto l’albo in questione, altrimenti leggete a vostro rischio e pericolo spoiler ;)

Questo crossover ha per me avuto alti e bassi, alcune trovate simpatiche e interessanti ed altre scontate o con un non so che di già visto. Andiamo con ordine, seguendo cronologicamente gli eventi dell’albo. L’albo italiano si apre con il reclutamento dell’incredibile Hulk (quello originale, il verde… perchè i Vendicatori tra le loro file avevano già l’Hulk rosso) da parte di Capitan America, che si reca a chiedergli aiuto come ultima risorsa disponibile. La risposta del verdolino, “Sì. Hulk spacca per te.”, lascia presagire che sarà lui a rovesciare le sorti del conflitto. Invece… si, certo, sarà lui a “spaccare” Emma Frost, indebolendola prima del colpo di grazia che riceverà dal suo stesso compagno Scott, ma onestamente mi aspettavo occupasse un posto più di rilevanza nel corso del combattimento finale… Comunque, Summers dà leggermente fuori di melone e rileva da Emma la sua parte di forza Fenice, incanalandola completamente dentro di sè (sarebbe utile leggersi anche il numero 18 di Uncanny X-Men, su Gli Incredibili X-Men 274, per vedere il dialogo mentale tra Scott ed Emma durante la lotta con gli Avengers, che mostra più chiaramente le motivazioni di Ciclope) prima di reagire nel modo più violento alle suppliche fermarsi rivoltegli da Charles Xavier : uccidendolo. Si tratta del colpo di scena più grosso di AVX, eppure mi ha lasciato quasi indifferente. Quante volte Chuck è stato dato per morto o ucciso, per poi venire resuscitato, o semplicemente scoprire che non era morto? Così tante che oramai questo avvenimento è quasi una routine, leggendolo pensi già che tra qualche anno tornerà in scena con una qualsiasi scusa, è il telepate più potente del mondo, può benissimo aver trasferito la sua mente nel corpo di qualcun altro, oppure in un qualche suo corpo clonato (come aveva già fatto in passato) nascosto da qualche parte, sulla Terra o magari addirittura nella galassia Shi’Ar, in un qualche posto segreto conosciuto dalla sua ex Lilandra… L’unico fatto rilevante è che stavolta ad ucciderlo è stato Scott, il suo primo X-Men, colui che è stato quasi un figlio per lui… Anche se di risentimento per il padre morale Scott ne aveva parecchio, e a ragione. Xavier ha spesso operato in segreto nascondendo certe cose ai suoi studenti, una delle rivelazioni degli ultimi anni è stata la squadra di quattro giovani ed inesperti mutanti mandata a salvare gli originali X-Men dalle grinfie dell’isola vivente Krakoa, finita con l’apparente sacrificio di tutta la squadra che riuscì a liberare il solo Ciclope. Xavier quindi cancellò quell’orribile ricordo dal suo primo studente e reclutò quella che poi diventò la più importante squadra di X-Men di tutti i tempi (perchè ne decretò il successo). A rigirare il coltello nella piaga, uno dei quattro mutanti della missione suicida era Vulcan, fratello di Ciclope e a cui Charles aveva nascosto l’esistenza. Dopo House Of M il riequilibrio della realtà ha fatto tornare in scena Vulcan e Darwin (l’altro dei quattro mutanti ad essere sopravvissuto), e rivelare agli X-Men questo sporco segreto di Xavier. E’ stata questa a togliere definitivamente a Scott ogni fiducia nel suo mentore e a portarlo infine a compiere questo estremo gesto, considerando che il corpo colmo del potere della Fenice stava già rendendo molto instabile il suo ospite. Dopo l’omicidio, emerge ciò che i Vendicatori hanno temuto dall’inizio del conflitto : la Fenice Nera. Questo in una splash page che chiude l’undicesimo numero americano di AVX e che mi ha terribilmente ricordato l’entità maligna in cui si è trasformato Sentry anch’esso nell’ultima pagina del penultimo numero della miniserie Assedio. Dopo la morte di Xavier, il tempo di sfogliare due pagine ed ecco un’altra cosa già vista. Sul serio, confrontate il mostro Sentry/Void con Ciclope Fenice Nera. E come se non bastasse, pure Scott in un breve momento di follia, esattamente come Robert Reynolds chiede agli altri eroi di ucciderlo. Fortunatamente a differenza di Assedio (che ha il pregio di averci lberato della presenza di Sentry, personaggio che non mi ha mai detto granchè soprattutto forse perchè è stato usato male dagli autori che non sapevano gestire un personaggio così potente), Ciclope viene abbattuto senza venire ucciso, grazie a Scarlet e Hope. Quest’ultima raccoglie l’energia Fenice come doveva essere destinata a fare sin dall’inizio, per poi con l’aiuto di Wanda liberarsene con le parole “Basta Fenice”. La sagra del banale, diciamo. Allorchè, la forza fenice si sparge in tutto il mondo e indovinate un pò? Tornano a manifestarsi nuovi poteri mutanti. Di fatto, Ciclope e gli X-Men avevano ragione : la Fenice era giunta sulla Terra per restituirle i mutanti. Chissà cosa sarebbe successo se anche i Vendicatori ne fossero stati convinti, ma dopotutto sarebbe stato un rischio non da poco non tentare di fermare un’entità cosmica che distrugge pianeti sul suo passaggio, e alla fine avevano ragione anche sul pericolo di corruzione derivato dal potere stesso, come era già successo in passato con Jean Grey.

Questo evento segna davvero la fine del ciclo iniziato con Vendicatori Divisi, benchè la stessa cosa fosse stata detta anche per Assedio e Fear Itself. Stavolta però avremo un vero e proprio nuovo ciclo di storie, con il rilancio Marvel Now, che vedrà i personaggi prendere nuove direzioni, senza ovviamente scordarsi totalmente del passato, questa è la Marvel, tutto ciò che è accaduto continuerà ad essere accaduto. Tranne il matrimonio dell’Uomo Ragno :( maledetto Q.

2013 Marvel HeroClix Fan Vote Starts Now!